Viviamo in una società che condanna i pedofili, sebbene l’istinto biologico e le culture del mondo nel corso della storia suggeriscano che un’attrazione per gli adolescenti è tanto naturale quanto inevitabile. L’industria della moda da un lato sessualizza ragazze sempre più giovani mentre chi agisce in base a questi istinti viene insultato. L’apparente ipocrisia al centro della società pone la domanda: cosa intendiamo allora quando parliamo di pedofilia? Questa ampia tela di film mostra come la nostra evoluzione e la nostra composizione biologica hanno nel corso della storia creato culture dove quella che oggi sarebbe chiamata pedofilia è passata senza nota e con la complicità di tutte le religioni. Analizza anche come le definizioni dei media differiscono da quelle scientifiche, se la pedofilia possa essere considerata una sessualità, come la definizione differisce tra le società moderne, oltre a presentare le testimonianze sia delle vittime che degli autori. In conclusione, ci troviamo di fronte sia alla contraddizione di una società che feticizza i giovani, sia alla domanda: tutti gli uomini sono pedofili?